Aiutare gli altri a essere persone

“Tutto ci potrà essere perdonato, ma non riusciremo mai a giustificarci di fronte a Dio e di fronte a noi stessi di non aver fatto quello che era possibile, quel poco che a tutti è possibile per aiutare gli altri a essere persone”. (Abbé Pièrre)

Eh sì, l’importante per ognuno di noi in questa vita è davvero essere persone. Pienamente, nel vero senso della parola. Non dimenticare mai la dignità, i nostri diritti, la verità che potrà renderci liberi e che dobbiamo cercare disperatamente, non spegnere mai la luce della gioia e della serenità da condividere con gli altri. In una parola: amare. Il comandamento della carità, che Gesù ha insegnato ai suoi discepoli e a noi tutti come comandamento nuovo, che racchiude tutto il senso della vita e della legge vigente prima della venuta del Signore.

Con l’amore, il diritto diventa giustizia. Il sogno, realtà. Il potenziale diventa attuale. La speranza irradia i giorni. La parola diventa verità.

Aiutare gli altri a essere persone significa essere persone anche noi. Significa non dimenticare mai che siamo tutti uguali e “cantiamo la stessa canzone con altre parole, e ci facciamo male perchè non ci capiamo niente” (Roberto Vecchioni).

 

Vorrei dedicare questi pensieri ad una persona che ultimamente ha dimenticato di essere persona, cercando di farlo dimenticare anche a me. Un uomo che ha posto molti ostacoli tra sè e me, forse guidato da una luce cattiva. Io voglio aiutare gli altri ad essere persone, perciò spero con tutto il cuore che anche quest’uomo possa tornare ad essere persona, che possa volerlo ed impegnarsi perchè accada.

Annunci

Informazioni su Simone Aversano

Simone rispose: «Maestro, abbiamo faticato tutta la notte e non abbiamo preso nulla; ma sulla tua parola getterò le reti». (Luca 5,5) Vedi tutti gli articoli di Simone Aversano

I Commenti sono disabilitati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: