Quel ‘qualcosa’ di buono che ci fa andare avanti

Billy Nuzzolillo ha ragione: prima o poi, da tanto schifo e da questo perenne andare a rotoli, nascerà qualcosa, verrà fuori qualcosa di buono. Un po’ come crederci davvero nella frase “non può piovere per sempre”, un po’ come osservare la realtà senza cedere troppo all’ottimismo nè reagire al pessimismo, un po’ come, semplicemente, essere convinti che la nostra società saprà sviluppare gli anticorpi necessari per il colpo di coda, per la ripresa.

Lui che ha pagato tutti i prezzi che la sua generazione poteva pagare, il mio caro amico Billy, mi ha detto che la nostra società e la mia generazione in particolare non sono per forza condannate al peggio. Sì, le cose stanno andando veramente male e ai ragazzi come me hanno veramente tagliato le gambe e tolto quasi ogni speranza di futuro. Però “Roma brucia” e non serve a nulla avere una Mercedes se poi anche le strade sono distrutte e bisogna andare a piedi (parafrasando un po’ il bellissimo film di Robert Redford “Leoni per agnelli”).

Il succo del discorso è che dobbiamo fare il nostro dovere, e difendere la nostra dignità. Quello che potrà venire, anche di negativo, è secondario se avremo fatto quello che ci spetta, magari anche con quel pizzico di idealismo che ci consente di guardare al futuro con ancora un po’ di speranza. Tanto i cittadini sapranno reagire, sapranno organizzarsi e distruggere il male imperante in questa società in cui veramente tutto sembra andare nel modo peggiore. Parola di Billy Nuzzolillo.

Advertisements

Informazioni su Simone Aversano

Simone rispose: «Maestro, abbiamo faticato tutta la notte e non abbiamo preso nulla; ma sulla tua parola getterò le reti». (Luca 5,5) Vedi tutti gli articoli di Simone Aversano

I Commenti sono disabilitati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: